Agevolazioni fiscali e ristrutturazioni: prorogato il bonus per tutto il 2017

  • Autore: CASTELLO LUIGI
  • 21 lug, 2017
uomo che digita su una calcolatrice

La Legge di Stabilità ha prorogato fino al 31 dicembre 2017 le agevolazioni fiscali per le ristrutturazioni edilizie, per gli interventi di risparmio energetico e per l’acquisto di mobili e grandi elettrodomestici.

Sino alla fine di quest’anno quindi sarà possibile beneficiare di una detrazione del 50% per le ristrutturazioni edili e per l’acquisto di mobili e grandi elettrodomestici, mentre la quota della detrazione sale al 65% per i lavori di miglioramento dell’efficienza energetica.
Una novità contenuta nella Legge di Bilancio 2017 riguarda invece le spese sostenute per l’adozione di misure antisismiche sugli edifici rientranti nelle zone ad alta pericolosità sismica (zone 1, 2 e 3), spese per le quali è prevista una detrazione d’imposta del 50%.

Quali sono quindi gli interventi per i quali sono previste le detrazioni?

Il Bonus Ristrutturazioni

Per quanto concerne i lavori di ristrutturazione edile eseguiti entro il 30 dicembre 2017 è possibile beneficiare di una detrazione Irpef del 50% per una spesa massima di 96mila euro. A partire dal 1° gennaio 2018, invece, la detrazione sarà pari al 36%, per un tetto massimo di spesa di 48mila euro. La detrazione sarà possibile anche per gli interventi di manutenzione straordinaria, di restauro e risanamento conservativo e di ristrutturazione effettuati su immobili residenziali, parti comuni di edifici condominiali e su immobili danneggiati a seguito di una calamità naturale (a patto che sia stato dichiarato lo stato di emergenza). Rientrano nelle spese detraibili anche l’installazione di sistemi antifurto, l’eliminazione di barriere architettoniche e l’acquisto o la costruzione di box e posti auto.

Le detrazioni dell'Ecobonus

Anche per gli interventi volti a migliorare l’efficienza energetica degli edifici è prevista una detrazione del 65% fino al 31 dicembre 2017. Tale sconto sarà spalmato su un arco di 10 anni sull’Irpef per le persone fisiche e sull’Ires, nel caso di società. La quota della detrazione può salire al 70% nel caso in cui gli interventi interessino “il 25% dell’involucro edilizio”, mentre sarà pari al 75% nell’ipotesi in cui il miglioramento energetico sia invernale ed estivo.

Rientrano nell’Ecobonus interventi come l’installazione di pannelli solari, la sostituzione di impianti di climatizzazione invernale e la sostituzione di pavimenti, infissi e coibentazioni. Il tetto massimo di spesa è di 100mila euro per la riqualificazione di edifici esistenti, di 60mila euro per gli interventi sugli involucri di edifici esistenti e l’installazione di pannelli solari, e di 30mila euro per la sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale.

Il Bonus Mobili

Sarà valido anche per il 2017 il bonus per coloro che decidono di acquistare mobili nuovi e grandi elettrodomestici. In questo caso, la detrazione sarà pari al 50% per una spesa massima di 10mila euro (contemporaneamente però si devono realizzare lavori di ristrutturazione), mentre per gli elettrodomestici il bonus sarà valido solo nel caso di acquisto di apparecchi di classe energetica non inferiore a quella A+ (A solo per i forni).

Per quanto riguarda i mobili, rientrano nell’agevolazione l’acquisto di materassi, sistemi di illuminazione, armadi, cassettiere, scrivanie, mobili, letti, divani, comodini e poltrone, mentre sono esclusi pavimenti, porte, tendaggi, mobili usati e complementi d’arredo. Non è stato invece rinnovato il Bonus Mobili per le coppie giovani, ovvero la detrazione del 50% specificamente dedicata all’arredo della prima casa di proprietà.
Autore: CASTELLO LUIGI 17 ott, 2017

Per tutti coloro che stanno prendendo in considerazione l’idea di ripensare, riconfigurare o ristrutturare la propria abitazione secondo criteri di ecosostenibilità, è utile sapere che al giorno d’oggi le possibilità di coniugare risparmio energetico e una maggiore tutela dell’ambiente sono molteplici.

A partire dal Terzo millennio, gli investimenti sulla green building (vale a dire l’architettura e l’edilizia a basso o nullo impatto ambientale) e il corrispettivo mercato del cosiddetto green affordable housing (ovvero il real estate a vocazione ecologica, pensato secondo criteri di sostenibilità e venduto a prezzi ragionevoli per potenziali clienti in possesso di un medio potere d’acquisto) si sono moltiplicati esponenzialmente, e i risultati sono sotto gli occhi di tutti.

Oggi non solo si possono realizzare ex novo abitazioni dal profilo ecologico estremamente avanzato, ma con una spesa relativamente contenuta si può ridefinire il proprio spazio abitativo secondo criteri di ottimizzazione delle risorse e minimizzazione degli sprechi, ottenendo risultati che si avvicinano all’optimum molto più di quanto si sia propensi a immaginare.
Autore: CASTELLO LUIGI 07 set, 2017

L’utilizzo di smartphone, PC e tablet ha senza ombra di dubbio rivoluzionato la nostra vita: oggi infatti possiamo essere connessi con il mondo con un semplice click.

E se anche la nostra casa fosse monitorabile da remoto in qualunque momento? Oppure se volessimo accendere le luci, alzare o abbassare le tapparelle direttamente dal nostro computer in ufficio? Grazie agli impianti di domotica oggi si possono fare queste e molte altre azioni rapidamente in remoto, grazie ad applicazioni semplici e a sistemi integrati di cui parleremo a breve.

Autore: CASTELLO LUIGI 16 ago, 2017
Mai come nel 2017 la tendenza dominante nel settore del design d’interni è quella di utilizzare materiali completamente atossici e certificati: infatti la salute negli ambienti di casa passa attraverso l’utilizzo di vernici e materie prime naturali, prive di resine e componenti volatili dannosi per l’apparato respiratorio.
Autore: CASTELLO LUIGI 21 lug, 2017

La Legge di Stabilità ha prorogato fino al 31 dicembre 2017 le agevolazioni fiscali per le ristrutturazioni edilizie, per gli interventi di risparmio energetico e per l’acquisto di mobili e grandi elettrodomestici.

Sino alla fine di quest’anno quindi sarà possibile beneficiare di una detrazione del 50% per le ristrutturazioni edili e per l’acquisto di mobili e grandi elettrodomestici, mentre la quota della detrazione sale al 65% per i lavori di miglioramento dell’efficienza energetica.
Una novità contenuta nella Legge di Bilancio 2017 riguarda invece le spese sostenute per l’adozione di misure antisismiche sugli edifici rientranti nelle zone ad alta pericolosità sismica (zone 1, 2 e 3), spese per le quali è prevista una detrazione d’imposta del 50%.

Quali sono quindi gli interventi per i quali sono previste le detrazioni?
Share by: